Tacchi Alti | Storia dei Tacchi Alti | Consigli per i Tacchi Alti | Contattaci | Links

Consigli

Consigli per Indossare i Tacchi Alti

Oggi, quando si parla di tacchi alti non si scherza affatto: i tacchi raggiungono, di norma, i 12cm di altezza, senza poi contare le scarpe che, dotate di un rialzo nella parte anteriore del piede, riescono a raggiungere altezze vertiginose come i 20cm che si possono vedere sulle passerelle.
Per noi comuni mortali però, un semplice tacco di 10cm può rappresentare una sfida: mal di schiena e atroci dolori ai piedi, sono solo alcuni, ordinari esempi delle sfide che i tacchi alti rappresentano quotidianamente per noi donne.
Se proprio però non riusciamo a fare a meno di questi terribili e splendidi strumenti di seduzione ed eleganza, ecco alcuni consigli che possiamo seguire per ridurre al minimo gli effetti collaterali dei tacchi:

  • Il primo consiglio è quello di iniziare per gradi, senza esagerare ed abituandoci man mano a tacchi di altezza sempre maggiore. Per le prime volte, quindi, scegliamo un tacco di 7 o 8cm ed abituiamoci ad indossarlo in casa; in questo modo, se proprio non riusciamo a resistere al dolore potremo toglierci le scarpe, oppure sederci per qualche istante. In oltre, è sempre meglio preferire scarpe chiuse, con un laccetto intorno alla caviglia, o, meglio ancora, degli stivaletti, questo ci aiuterà a mantenere l'equilibrio, a mantenere la scarpa incollata al piede e ad evitare il più possibile delle storte.
  • Prima di acquistare delle scarpe con il tacco alto, controlliamo che siano adatte a noi e, una volta a casa, indossiamole il più possibile così che possano adattarsi alla forma del nostro piede.
  • Affiniamo dunque la tecnica con la quale camminiamo sui tacchi alti; indossiamo le nostre amate scarpe coi tacchi e mettiamoci davanti ad uno specchio provando e riprovando fino a che il nostro modo di camminare non risulti fluido ed elegante. Le più fanatiche della perfezione, possono poi provare a camminare tenendo qualche libro in equilibrio sulla testa. 
  • Attenzione alle scale: salirle non sarà un problema, scenderle invece si rivela spesso un ostacolo non trascurabile; l'unico consiglio, anche in questo caso, è allenarsi, allenarsi.
  • Una volta giunte ai fatidici 60 minuti di resistenza sui tacchi, possiamo iniziare ad avventurarci fuori casa per qualche breve passeggiata, meglio ancora se camminando su terreni diversi. Eccoci quindi pronte per indossare i temutissimi 10 o 12cm. Quindi, continuiamo ad allenarci anche con i tacchi di questa altezza.
  • Ecco giunto il momento fatidico: l'uscita serale, la prima volta che indossiamo i tacchi per un'uscita tra amici. Inevitabilmente, si sa, i tacchi finiranno per farci male, allora, portiamo con noi gli oggetti d'emergenza: cuscinetti gel e cerottini trasparenti per vesciche.
  • In previsione di un'uscita poi, ci sono principalmente due cose da non fare mai, per nessuna ragione: indossare scarpe nuove (non avendo la forma del nostro piede risulteranno essere delle autentiche torture) e, soprattutto, non togliersi le scarpe nel tentativo di liberarci del mal di piedi. In questo secondo caso, non riusciremo più ad infilare i piedi, gonfi e doloranti, dentro le amatissime, o in questo caso odiatissime, scarpe con il tacco. Se proprio non possiamo resistere, mettiamoci sedute con le gambe distese ed attendiamo che il dolore si attenui.
Visita i Nostri Portali
Siti Dove Compro Passatempi Food
Navigare Facile Meteo Prestiti A portata di Mouse Risultati Calcio